Fumettilandia

Cinegatto

BLOGTOUR: LA MUSICA SEGRETA DI PARIGI DI ANSTEY HARRIS - 3° TAPPA

Buongiorno readers,
eccomi qui con un libro veramente carino che vi terrà compagnia durante queste bellissime giornate... Che ne dite quindi di fare un salto a Parigi e ascoltare un po' di musica?


La musica segreta di Parigi
di Anstey Harris
                                                      

Genere: Narrativa
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: € 17,90
Pagine: 295
Uscita: 25 Giugno 2019

Per Grace Atherton la vita è una continua ricerca di armonia e perfezione. Violoncellista, si divide tra la sua bottega di liutaia nella campagna inglese e la relazione a distanza con David, a Parigi. È stato proprio lui a iscriverla di sorpresa al prestigioso concorso per liutai che ogni tre anni si tiene a Cremona: da allora, Grace costruisce con maestria e dedizione il meraviglioso strumento da presentare a quella competizione internazionale. Eppure, sotto quella melodia apparente, risuonano nel cuore di Grace due note stonate. La sua brillante carriera da musicista è stata brutalmente stroncata da un episodio che ora la paralizza, impedendole di esibirsi di fronte agli altri: qualcosa a cui la sua memoria ritorna dolorosamente in segreto. Inoltre, quella con David è una storia che non può vivere alla luce del sole: i loro incontri d'amore a Parigi sono soltanto attimi rubati, in attesa di un tempo tutto per loro. Un giorno, una scoperta inattesa nella loro relazione fa crollare il castello di certezze di Grace e la musica sembra spegnersi tutto intorno a lei. Solo grazie al sostegno di due insoliti amici - un anziano ma arzillo musicista e un'adolescente sveglia e sfrontata - Grace troverà il coraggio di ricominciare, facendo della vita una melodia tutta nuova, tutta sua. Perché nessun errore è irreparabile e anche un accordo imperfetto può dare il "la" a una splendida sinfonia.
L'IMPORTANZA DELLA MUSICA NELLA VITA

Quante volte vi capita di ricordare un momento triste, felice o significativo, attraverso una canzone?
Esistono le colonne sonore dei film, quella dei libri... ma personalmente anche ognuno di noi è dotato di una propria colonna sonora. Ci sono momenti che attiviamo il tasto canzoni allegre, altri quello triste o rockettaro, siete d'accordo?

Ma quanto è importante la musica nella vita?

Sin dalle origini dell'uomo, la musica ha sempre esercitato una funzione molto importante nella nostra società. Già gli antichi, basti pensare ai grandi filosofi del passato come Aristotele, Pitagora e Socrate studiavano la musica nelle sue più minute particolarità.
Ha infatti accompagnato la storia dell'uomo nel corso dei secoli e si è adattata alle diverse situazioni storico-sociali: nell'Illuminismo con Mozart, nel Romanticismo con Wagner, e infine con la musica rock nella società odierna.


Con il tempo, la musica è diventata soprattutto un mezzo per diffondere messaggi che altrimenti trascureremmo nella nostra quotidianità.
Un altro fattore da non trascure è quello legato all'uso della musica per conoscere altra gente. Molte persone, grazie alla musica, riescono infatti a dialogare con gli altri, aprendosi a nuove relazioni: soprattutto in una società in cui ormai i  giovani sono troppo dipendenti da "social networks" e da il mondo virtuale.

Un filosofo di nome Aristotele" un giorno disse:

La musica,non va praticata per un unico tipo di beneficio che da essa può derivare, ma per usi molteplici, poiché può servire per l'educazione, per procurare la catarsi e in terzo luogo per la ricreazione, il sollievo e il riposo dallo sforzo".

Non serve uno esperto per capire che Aristole aveva perfettamente ragione perchè in fondo la musica è vita, è calore, è rancore, è energia, è felicità… è tutto e niente… è una medicina senza effetti collaterali una "persona" senza pretese.


Bhè che dire... dopo tutta questa teoria che ne dite di rilassarci con un po' di musica?



Non perdeti i prossimi appuntamenti!



Nessun commento

Powered by Blogger.