IL GATTO PETTEGOLO: AMAZON PER AMATRICE

Buongiorno readers,
oggi ho deciso di dedicare la rubrica del gatto pettegolo, con una notizia veramente bella, il 15 maggio infatti, è stata inaugurata la nuova sede della Biblioteca digitale di Amatrice: donata da Amazon alla città che nel 2016 ha subito ingenti danni a causa di un violentissimo terremoto.


Amazon per Amatrice: nuova sede e più tecnologia per la Biblioteca digitale donata alla città

A un anno dall'inaugurazione, la Biblioteca digitale donata da Amazon ad Amatrice cresce e trova una sede stabile presso il Centro di Formazione Professionale di Amatrice.
Nella nuova sede un’area per i bambini e ancora più tecnologia: arriva Alexa con i dispositivi Echo di Amazon.
Aperta anche una Lista Desideri su Amazon.it attraverso la quale i clienti possono donare uno o più prodotti a supporto della Biblioteca di Amatrice.
 
AMAZON PER AMATRICE

È stata inaugurata il 15 Maggio, la nuova sede della Biblioteca digitale di Amatrice: donata da Amazon alla città poco più di un anno fa, la struttura ha trovato una nuova casa, presso il Centro di Formazione Professionale, e si è arricchita di ulteriori servizi e dispositivi per offrire ancora più accesso alla lettura e al mondo digitale.
Ambasciatrice speciale dell'evento inaugurale è stata Fiore Manni, conduttrice televisiva e artista italiana, nonchè autrice di testi per ragazzi, che ha coinvolto gli studenti di Amatrice in una sessione di lettura dedicata al suo ultimo romanzo.


Nata dal progetto ‘Un eBook per Amatrice’, la Biblioteca era inizialmente costituita da sei moduli di container e si trovava nel centro della città, di fronte al palazzo del Comune. A partire da oggi, i suoi servizi saranno accessibili a tutti i cittadini all’interno di uno spazio dedicato nel Centro di Formazione Professionale di Amatrice, riaperto a inizio marzo 2019.
Nella nuova Biblioteca digitale di Amatrice, da oggi è possibile interagire con Alexa, il servizio vocale basato sul cloud: tramite i dispositivi Echo di Amazon si potranno infatti utilizzare tutte le potenzialità delle Skill di Alexa, come ascoltare le “news” del giorno o apprendere le lingue straniere, oppure ancora comandare l’illuminazione della sala, che sarà dotata di lampadine colorate compatibili con Alexa e regolabili attraverso i comandi vocali.


La sala lettura della nuova biblioteca è stata rinnovata con il supporto di Moto Guzzi World Club, associazione senza scopo di lucro che dal 2002 riunisce i possessori delle Aquile di Mandello appartenenti a qualsiasi epoca, che ha donato libri e nuove scaffalature.
Il sindaco di Amatrice, Filippo Palombini, ha partecipato alla nuova apertura della biblioteca e ha dichiarato: “Biblioteca è sinonimo di conoscenza e di emancipazione civile e sociale. È il luogo dove si trasmette la cultura, di generazione in generazione, di padre in figlio, è il luogo dove si apprezzano le proprie radici e si sviluppa la coscienza del futuro. Per questo sono particolarmente orgoglioso dell’apertura, un anno fa, della nostra biblioteca, tra l’altro con un alto profilo digitale e innovativo. E siamo ancora più lieti oggi di darle una sede definitiva. Definitiva come le radici della nostra città, che non cambiano, che non muoiono, ma vivono e crescono ogni giorno. La comunità amatriciana, d’ora in poi, può contare finalmente su un dono di tutti, per tutti”.

“Siamo felici di rinnovare il nostro supporto ad Amatrice con la donazione di questa nuova biblioteca che trova oggi la sua sede definitiva. Crediamo sia molto importante promuovere la cultura anche attraverso l’accesso alle nuove tecnologie ovunque in Italia.

La Biblioteca digitale di Amatrice viene supportata nell’ambito del programma Amazon nella Comunità, finalizzato a dare un contributo alle comunità dei Paesi in cui Amazon opera.

Infine, con il supporto di Amazon, è stata creata una Lista Desideri (https://amzn.to/2VqIMl5) su Amazon.it attraverso cui i clienti potranno donare uno o più articoli presenti nella lista e contribuire così al sostenegno delle attività e della Biblioteca di Amatrice.



2 commenti

  1. Bellissimo che un paese ferito possa rifiorire anche sotto l'aspetto culturale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si quando ho letto l'articolo ho subito pensato di diffonderlo perchè è un messaggio stupendo :-)

      Elimina

Powered by Blogger.