RECENSIONE CLASSICI: IL MAGO DI OZ DI LYMAN FRANK BAUM

Buongiorno readers,
questa settimana ho deciso di dedicarmi un po' alla mia challenge (se vuoi curiosare la trovi QUI) quindi eccomi qui a spuntare il mio secondo obiettivo per la categoria: Classici per ragazzi.


Il mago di Oz
di Lyman Frank Baum
                                                      
Un violento ciclone solleva la casa della piccola Dorothy e la trasporta dal Kansas al paese di Oz, un mondo fantastico, popolato da bizzarri personaggi, in cui tutto ciò che avviene, anche se stravagante o crudele, è possibile. Giunta in questo luogo straordinario insieme al suo cagnolino Toto, dopo aver schiacciato nell'atterraggio la Strega cattiva dell'Est, la bambina vorrebbe tornare a casa e la Strega buona del Nord le consiglia di recarsi dal mago di Oz... Mostri, animali favolosi e popolazioni mai viste abitano questo paese dominato dalle leggi della magia e con quattro compagni di viaggio Dorothy deve lottare contro terrificanti creature e affrontare molte peripezie prima di giungere a destinazione. Il mago di Oz, pubblicato per la prima volta nel 1900, è un romanzo ricco di messaggi e insegnamenti morali: è possibile tirare fuori il meglio di sé per raggiungere i propri obiettivi, anche se il percorso può essere difficile. Ma non serve la magia per trovare la bellezza e la forza presenti in ognuno di noi. Età di lettura: da 10 anni.
RECENSIONE


Sono proprio contenta di dire che grazie alla mia personale Challenge ho avuto modo di leggere dei classici per ragazzi che in tutto questo tempo ancora non avevo avuto modo di scoprire.
Questa volta è stato il turno di un bellissimo libro, Il mago di Oz, di Lyam Frank Baum, un classico della letteratura che è riuscito a rapire e coinvolgere grandi e piccini.

Sicuramente tutti, anche se ancora non avete mai letto il libro, avrete avuto modo di fare la conoscenza di Dorothy, vi sarà capitato di vedere il film o il cartone animato con quella famosa canzoncina di Cristina D'Avena no? "Viva quel regno scintillante di magia smeraldi qua, smeraldi la', ma che felicità. Viva quel regno dove tutto é fantasia. In questo regno il sogno é gia' realtà"

Questa dolce e simpatica bambina approdata nella terra dei Munchkin, a causa di un ciclone improvviso che ha sradicato la sua casa nel Kansas, vi terrà compagnia per tutta la durata del suo lungo viaggio, viaggio che la metterà di fronte a streghe, maghi esigenti, scimmie volanti, fiori mortali ecc...



A farle compagnia oltre al suo tenero cagnolino Toto, anche dei strambi ma simpatici personaggi che avrà modo di incontrare lungo il suo cammino: lo spaventapasseri, privo di cervello, il boscaiolo di latta, desideroso di avere un cuore e il leone vigliacco senza coraggio.
Insieme si metteranno tutti in cammino per raggiungere la città di Smeraldo ed incontrare il Mago di Oz, il solo, a quanto pare, in grado di esaudire i loro desideri.
Ma il Mago di Oz sarà veramente in grado di aiutarli e di riportare Dorothy nel Kansas?

A noi gente in carne e ossa non importa se la nostra casa è grigia e squallida, la preferiamo a qualsiasi altro posto, per bello che sia. Non c'è niente di meglio che la propria casa.
Apparentemente Il mago di Oz può apparire come un semplice libro per ragazzi, il suo stile semplice e lineare infatti si avvicina molto a quello di una favola per bambini ma in realtà, è un libro eccezionale che insegna a superare le proprie paure. 
Ogni personaggio lungo il viaggio, sarà costretto a superare le proprie paure, dimostrando prima a se stessi e poi agli altri, che forse quello che pensavano gli mancasse, in realtà era già in loro possesso.
Questo libro è un inno alla fiducia, verso gli altri ma soprattutto verso noi stessi, spronandoci infatti a non rinunciare ancora prima di averci provato... 

2 commenti

  1. Ciao Sonietta! Sono andata a dare una sbirciata alla tua challenge... vado a commentarla appena finisco qua. A inizio mese anche io ho "letto" Il mago di Oz. In realtà l'ho ascoltato, grazie ad Audible.

    https://www.nientedipersonale.org/audiobook-il-mago-di-oz/

    Qua, se ti va di passare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara :-)
      ho provato ad usare anche io Audible ma proprio non ci sono riuscita...le voci non mi piacciono e mi distraggo troppo uff :-(

      Elimina

Powered by Blogger.