Fumettilandia

Cinegatto

GRAPHIC NOVEL: IL DELITTO MATTEOTTI DI FRANCESCO BARILLI E MANUEL DE CARLI

Buongiorno readers,
e anche questo week end ci ha regalato solo pioggia e freddo... ma quando arriva questo benedetto caldo? Quasi quasi sto iniziando a desiderate anche le odiose zanzare ahahah
Tornando a noi, ho deciso di aprire la settimana con una Graphic Novel molto impegnativa ma che mi ha permesso di ricordare e approfondire la vita di Giamoco Matteotti con Il delitto Matteotti.



Il delitto Matteotti
di Francesco Barilli e Manuel De Carli

Genere: Graphic Novel
Editore: Becco Giallo
Prezzo: € 17,00
Uscita: 11 Ottobre 2018

È il 30 maggio del 1924, quando il deputato socialista Giacomo Matteotti firma, con un discorso alla Camera, la sua condanna a morte. "Tempesta", come viene chiamato dai compagni di partito per il suo carattere battagliero, ne è consapevole, perché finito di parlare - dopo aver denunciato pubblicamente l'uso sistematico della violenza a scopo intimidatorio usata dai fascisti per vincere le elezioni e contestato la validità del voto - dice ai colleghi: «Io, il mio discorso l'ho fatto. Ora voi preparate il discorso funebre per me.» Pochi giorni dopo, il 10 giugno, viene rapito a Roma. Sono da poco passate le quattro del pomeriggio e una squadra di fascisti guidata da Amerigo Dumini lo preleva con la forza e lo carica in auto, dove viene picchiato e accoltellato fino alla morte, per poi essere seppellito nel bosco della Quartarella, a venticinque chilometri dalla Capitale.

RECENSIONE

Ha chiesto di parlare l’onorevole Matteotti. Ne ha facoltà

… Ora, contro la loro convalida noi presentiamo questa pura e semplice eccezione: cioè, che la lista di maggioranza governativa, la quale nominalmente ha ottenuto una votazione di quattro milioni e tanti voti… (Interruzioni)” “… cotesta lista non li ha ottenuti, di fatto e liberamente, ed è dubitabile quindi se essa abbia ottenuto quel tanto di percentuale che è necessario (Interruzioni. Proteste) per conquistare, anche secondo la vostra legge, i due terzi dei posti che le sono stati attribuiti! E quindi contestiamo in questo luogo e in tronco la validità della elezione della maggioranza (Rumori vivissimi)… L’elezione, secondo noi, è essenzialmente non valida, e aggiungiamo che non è valida in tutte le circoscrizioni…”.

Io, il mio discorso l’ho fatto.
Ora voi preparate il discorso funebre per me



E' il 10 giugno del 1924, quando Giacomo Matteotti, il segretario del partito socialista unitario, viene rapito a Roma, da alcuni elementi di una polizia segreta fascista, la famigerata Ceka, una squadra composta da cinque fascisti guidata da Amerigo Dumini. 
Prelevato con la forza e caricato in macchina, viene picchiato e accoltellato fino alla morte, per poi essere seppellito nel bosco della Quartarella, a 25 chilometri dalla Capitale.
Il cadavere sarà poi ritrovato due mesi dopo. 

Quello di Matteotti è stato un omicidio che ha condizionato le vicende politiche italiane degli anni antecedenti alla seconda guerra mondiale, che ha suscitato orrore e incredulità in tutto il Paese e che ha segnato il passaggio definitivo del governo fascista da " rivoluzionario, socialista e nazionalista" a regime apertamente dittatoriale e antidemocratico.


Nonostante vengano da prima messi in risalto due eventi storici antecedenti alla morte di Matteotti come il duello tra Dumini (uno dei sequestratori di Matteotti) e il giornalista Giannini, socialista, che egli aveva fatto aggredire in un teatro di Roma e la marcia su Roma dei fascisti, la Graphic Novel parte del tutto con il durissimo discorso alla Camera che Matteotti tenne il 30 maggio 1924, per contestare le violenze che segnarano la campagna elettorale fascista e che firmarono, in qualche modo, la sua condanna a morte.

Matteotti infatti non fu ucciso solo per il suo discorso con cui contestò il risultato elettorale, ma anche perchè sapeva troppo... il segretario socialista era a conoscenza di illeciti finanziari riguardanti molti dei fascisti al potere e non a casa il fumetto mostra a di un accordom, tra il governo e la compagnia americana Sinclair Oil.


Ho travato questa Graphic Novel targata Becco Giallo, molto interessante e affascinante. I disegni e i testi sono stati così intensi e coinvolgenti che quasi mi sono sentita trasportare in quegli anni in cui la sete di potere era più importante della vita delle persone... che poi... ripensandoci, è veramente cambiato qualcosa da quel periodo?

Questo libro mi ha aiutata a ricordare ma anche a capire, fatti storici, che spesso per ignoranza o disattenzione, tendiamo a dimenticare. E' una Graphic Novel che consiglio veramente a tutti di leggere, sia per la bellezza dei disegni, che per i contenuti veramente molto approfonditi sopratutto nell'ultima parte che viene dedicata alla spiegazione del fumetto e poi fatemelo dire... la storia non va dimenticata, solo così forse riusciremmo a rendere migliore il nostro futuro!


Nessun commento

Powered by Blogger.