RECENSIONE AUTORI EMERGENTI: IL SEGNO MANCANTE DI FEDERICO MARIA RIVALTA

Buon pomeriggio Gattolettori,
eccoci qui con un altro appuntamento con la nostra Simon che oggi ci parlerà di un autore non proprio emergente, anzi... Questo infatti è il terzo episodio della serie di Federico Maria Rivalta.


Il segno mancante
di Federico Maria Rivalta


Genere: Thriller
Editore: Amazon Publishing
Prezzo: € 9,99 ( ebook € 4,99)
Pagine: 278
Uscita: Febbraio 2016

Il ritorno del cronista più imprevedibile d’Italia.
Riccardo Ranieri è alle prese con un nuovo enigma. Che cosa unisce il rapimento e l’omicidio di due ragazze diciottenni all’uccisione di un gioielliere padovano? Per scoprirlo il giornalista e la sua bellissima compagna, il procuratore Giulia Dal Nero, partiranno alla volta dell’esotica Istanbul. La soluzione a quello che si rivelerà un complicatissimo puzzle si troverà in un dettaglio apparentemente insignificante.
In un alternarsi di comicità e suspense, le avventure di Riccardo Ranieri ci tengono ancora una volta con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina.
RECENSIONE

Dopo aver abbattuto, nell'ordine, un bicchiere, una fotografia di famiglia e il paralume, Riccardo Ranieri riuscì a centrare la radiosveglia che aveva incautamente interrotto i suoi sogni di gloria.
Evviva l'ironia!!! Il mondo sarebbe così triste senza il vitale Sense of Humor...
Riccardo Ranieri, intrepido giornalista del "Mattino" di Padova, appena uscito da una rocambolesca avventura, si rituffa senza respiro in una nuova peripezia, un gioiellere ucciso e il rapimento di due ragazze, cosa hanno in comune?

In realtà Ranieri sogna di essere l'unico Italiano a vincere il più prestigioso trofeo di golf: l'open degli Stati Uniti. Ma non sperando in contanta fantasia, si mette sulle tracce di loschi delinquenti, atterrando addirittura ad Istanbul, insieme alla sua compagna Giulia Dal Nero, un'agguerrita, intelligentissima e intraprendente sostituto procuratore.

E sarà proprio tra i mercati, i sapori e gli odori di Istanbul che il primo indizio verrà alla luce, Lui, il vero protagonista: il diamante Cullinan IV.
E' per lui che si commetteranno assassini, rapimenti, inseguimenti al cardiopalma, lotte furiose ecc...

...Qualcuno sta uccidendo, o sta cercando di uccidere, le persone che entrano in contatto con quel ciondolo. Forse ha un significato simbolico, forse quell'oggetto nasconde una traccia, non lo so. Però conosco una persona che forse ci potrebbe aiutare...
Riccardo, ma sei un giornalista o un poliziotto, dico io... spesso indossi le vesti di un agente investigativo! Come ti piace...
Ti piace andare in cerca della verità, della giustizia... come ti appassiona, a costo di mettere la tua vita in pericolo!

...Riccardo era allo stremo delle forze: aveva fame e sete, mani e piedi avevano perso sensibilità per il freddo, la gamba ingessata pulsava nel cervello già martoriato dal colpo ricevuto alla nuca...
Che piacere leggere questo libro, veloce, agile, divertente. Ti prende e ti fa stare sempre sul pezzo, con un occhio scanzonato a scandire gli avvenimenti e i colpi di scena.
Quello che mi è piaciuto di più, la presenza meravigliosa dell'autoironia a sdrammatizzare anche i momenti più difficili e tesi.

Ho apprezzato tantissimo il disegno dei personaggi, tratteggiati con abilità, in uno studio ACCURATO e infatti me li sono ritrovati davanti a me, vicino al comodino!
Una chicca l'agente Paolo Battistoni!
Peccato, non ero a conoscenza delle altre avventure di Riccardo Ranieri ma proprio per questo, rimedierò andando a leggere gli altri suoi libri e sperando di ritrovarne lo stesso umorismo.



Nessun commento

Powered by Blogger.