BLOGTOUR: DALL'ALTRA PARTE DI GIULIANA LEONE - 6° TAPPA

Buongiorno readers,
altra giornata stupenda di questo febbraio pazzarello... oggi ho il piacere di presentarvi la 6° tappa del Blogtour dedicato al libro di un' autrice emergente molto simpatica e carina e sto parlando di Giuliana Leone con "Dall'altra parte". Attraverso la mia tappa avremo modo di conoscerla meglio.


Dall'altra parte
di Giuliana Leone
                                                       
Genere: Romance
Editore:
Nulla Die
Prezzo: € 18,00
Pagine: 448
Uscita: 14 febbraio 2018


Emma torna come ogni anno al solito campeggio estivo. Questa volta, però, c’è qualcosa di diverso: è l'estate dei suoi diciassette anni, l'ultima che vivrà da adolescente. Ci sono i bagni notturni al fiume, gli alberi da scalare, i rapporti complicati con i coetanei. C'è l'istruttore di nuoto, per il quale ha una cotta da troppo tempo. Ci sono le scene che ritrova come se non fosse mai andata via da lì e poi c'è altro. In quei tre mesi, che alla sua età sembrano davvero lunghi, scoprirà che diventare adulti non è una staffetta, ma un percorso a ostacoli in cui forse non serve correre, per arrivare dall’altra parte.
INTERVISTA ALL'AUTRICE


Ciao Giuliana, perché non mi parli un po’ di te?
Ciao, intanto grazie per avermi ospitato sul tuo blog, Sonia.
Sono una laureanda in lettere, vivo a Palermo e coltivo da anni la passione per la scrittura.

Quando hai cominciato a scrivere e cosa vuol dire per te farlo
Ho iniziato a scrivere da piccolissima. Sono sempre stata una bambina un po' con la “testa fra le nuvole” e perdermi in mondi immaginari mi veniva quasi naturale. Conservo ancora uno scatolone pieno di quadernoni con su i miei primi esperimenti "scrittevoli".
Scrivere per me è qualcosa di naturale e quotidiano. Sento giornalmente il bisogno di appuntare anche solo due parole da qualche parte. Scrivo ovunque mi capiti, compresi fazzolettini volanti del bar e note del cellulare.

Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
Posso dirti quali autori sono stati per me d’esempio prima della scrittura di questo romanzo. Di sicuro i grandi Salinger con “Il giovane Holden” ed Elio Vittorini con “Il garofano rosso”, giusto per fare due nomi, ma la lista è molto più lunga.
Qual è il libro che ti ha lasciato un segno?
Altra domanda difficile. Sono tantissimi i libri a cui ho riservato uno spazio speciale nel mio cuore. Posso dirti qual è il libro che ho letto più volte in assoluto. Ho letto ben quattro volte “Il fu Mattia Pascal” di Pirandello.

Dall'altra parte è il tuo primo romanzo? Qual è stata l’idea che gli ha dato vita?
Sì, è il mio primo romanzo pubblicato. L’idea mi è venuta in sogno, giusto le primissime immagini e l’ambientazione nel bosco.
A volte mi capita di scrivere qualcosa basandomi su degli input arrivati nel sonno.

Facciamo un piccolo giochino… Quanto c'è di te in Emma?
Io non sono Emma ed Emma non è me, però qualcosina di me in lei l’ho lasciata. Intanto l’amore per la natura e la sensazione di pace che solo questa riesce a infonderle.
E poi alcune delle sue incertezze nei confronti del futuro le ho provate anche io, e forse a volte le provo ancora.
Per il resto, ho voluto lasciare anche solo una minuscola parte di me in ognuno dei personaggi.
Il personaggio con il quale mi sento più affine, comunque, non è Emma. Non vi dirò chi è.

Se fossi al posto di Emma... come ti comporteresti con l'istruttore di nuoto?
Voglio molto bene a Gioele, ma mai al mondo sarebbe il mio tipo. Perciò, se fossi al posto di Emma, penso proprio che non me lo filerei.

Ti sta aiutando l'utilizzo dei social network per la promozione del tuo libro?
Ancora è presto per dirlo. Il romanzo è uscito solo da una settimana.
Posso dirti però che la promozione è dura, questo l’ho capito già. “Dall’altra parte” è il mio primo romanzo e quindi per adesso non mi conosce nessuno. Ecco, non è semplice convincere le persone a darti fiducia.

Come è stato il percorso che ti ha portato a pubblicare Dall'atra parte? Spiegaci come è andata siamo curiosi…
La prima stesura è avvenuta in pochissimi giorni. Mi sono ammalata di una febbre folle e per circa una settimana non ho voluto far altro che scrivere. Ricordo che in quei giorni c’era la festa della Santa della mia città e con alcuni amici salimmo fino al suo santuario. Per tutto il tragitto non feci altro che pensare a tutte le scene che avrei scritto quella sera.
Poi ho lasciato decantare la prima bozza per circa due anni. Ho ripreso il progetto solo durante la mia permanenza nel Regno Unito. Contattai un editor e lavorammo insieme al testo per nove mesi.
Infine, solo dopo essermi informata a lungo sull’editoria, ho inviato il romanzo alla Nulla Die. Mi risposero dicendomi che il mio romanzo aveva passato la prima selezione a marzo 2017, quasi un anno fa. Mi accorsi dell’email finita nello spam qualche settimana dopo, non ricordo esattamente se quel giorno fossi nel Missouri o in Oklahoma. Trovai l’email per caso, una sera, subito dopo essermi collegata al wifi del motel in cui alloggiavo.

Siamo arrivati al momento dei saluti… ma prima di lasciarci ti volevo chiedere una piccola curiosità… Stai già lavorando su un prossimo libro?
Sì, ho diversi progetti in cantiere.
Grazie per quest’opportunità e buona giornata.
BIOGRAFIA


Giuliana Leone è siciliana, studia Lettere e ha un quarto di secolo. Ama gli animali, i libri, i viaggi, il buon cibo e un milione di altre cose. E, proprio perché le sue passioni sono troppe, quando le chiedono che farà da grande non sa come rispondere. A sei mesi giurava che sarebbe diventata una scrittrice, poi a quattro anni è cresciuta e ha capito di aver avuto una pessima idea. Da allora le viene in mente un nuovo mestiere a cadenza settimanale e, mentre aspetta di trovare quello giusto, continua a fare scarabocchi che si ostina a chiamare storie.



CALENDARIO & giveaway

Se avete seguito tutto il Blog e l'intervista con l'autrice vi ha incuriosito, vi ricordo che è stata messa in palio una copia del libro, partecipare è semplice basta seguire le seguenti regole scritte proprio dall'autrice:

Regole obbligatorie

1. Preferire il tè alla camomilla.
2. Amare il cioccolato.
3. Avere una smodata passione per gli scarabocchi, possibilmente per i miei.
4. Mettere "mi piace" alla mia pagina facebook → QUI
5. Commentare tutte le tappe.

Regole facoltative

6. Iscriversi come lettori fissi ai blog che hanno deciso di ospitarmi non è obbligatorio.
Le blogger ci hanno accolto aprendo le porte di casa loro, per permetterci di fare una sosta tra un tratto di corsa e l'altro. Ci hanno offerto un posto dove sedere, qualcosa da bere e ci hanno intrattenuto. Un piccolo ringraziamento ai padroni di casa prima di andare via sarebbe carino.

7. Chiamare altri amici e invitarli a raggiungerci. Diffondere la notizia di questa avventura insieme e farla circolare il più possibile.

8. Divertirti. Ho deciso di organizzare questo tour per condividere con te una cosa per me importante. Sono impaziente di intraprendere questa avventura, ma ciò che conta di più è che tu sia al mio fianco. Spero perciò che sarai entusiasta quanto me.

Riassunto delle regole per i PIGRI

- Mettere "mi piace" alla mia pagina facebook → QUI
- Commentare tutte le tappe.

Il vincitore

Il 1° marzo verrà estratto a sorte un vincitore tramite il programma Rafflecopter, che selezionerà un paertecipante casuale tra tutti quelli che avranno seguito le regole del giveaway.

Il vincitore dovrà poi farmi avere il suo indirizzo via email o tramite messaggio privato sulla pagina facebook e potrà richiedere la sua copia (eventualmente con scarabocchio).

a Rafflecopter giveaway

24 commenti

  1. Ciao Giuliana;
    Stavo pensando: Hai detto di aver sognato questa storia, ma che cosa esattamente?
    L'ambientazione? Una scena? I personaggi?
    Sharon.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sognato le prime immagini che mi hanno dato l'input. Adesso non ricordo con esattezza, ma credo di aver visto un gruppo di ragazzi nel bosco.

      Elimina
  2. Ciao Giuliana!
    Bellissima intervista, complimenti!
    Avrei una domanda: se tu non ti rivedi in Emma, c'è un personaggio della storia in cui ti rivedi particolarmente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginami come un prisma, ogni faccia è un'aspetto di me. Io l'ho distrutto e ho lasciato un frammento in ogni personaggio.

      Elimina
  3. Le risposte di Giuliana non smentiscono la sua naturalezza. Riesce a coinvolgere i lettori anche con una semplice intervista. La trovo straordinaria

    RispondiElimina
  4. Ciao Giuli <3 C'è una scena in particolare che ti è piaciuta di più e che rileggi spesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il finale. Le ultime venti pagine le ho rilette un milione di volte e mi emozionano ogni volta.

      Elimina
  5. È bello pensare che i personaggi inventati proprio da voi scrittori, ad un certo punto, sembra che prendano davvero vita e vadano per conto loro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è proprio così. A volte mi capita di parlare di Emma con mia sorella, proprio come se fosse reale. <3

      Elimina
  6. bellissima intervista!!!! non sapevo che ce l'avevi in cantiere da cosi tanto tempo! Non vedo l'ora di leggerlo!!!!!
    Annalisa Cerello

    RispondiElimina
  7. wow che bella intervista! grazie a entrambe!
    io ti chiedo, amici e parenti hanno letto questo libro? che ne pensano?
    concordo con te, pubblicizzarsi da soli è molto più difficile di quello che si possa pensare!
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agli amici e ai parenti è piaciuto, adesso vedremo cosa ne pensano gli altri. Oggi, per esempio, è uscita la recensione in anteprima e da domani inizierà il review party.

      Elimina
  8. Molto bella l'intervista e mi piace il fatto che tu abbia questa fantasia, questa dote da sognatrice e da artista che ti porta poi a raccontare i tuoi pensieri nei tuoi romanzi, quasi come se fosse uno sfogo ed un bisogno per te. La mente degli scrittori è curiosa e particolare agli occhi della gente "normale" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, le tue parole mi fanno proprio piacere. <3

      Elimina
  9. Per fortuna hai visto quella email!
    -annasambugaro97@gmail.com

    RispondiElimina
  10. Bella intervista. In bocca al lupo per il tuo esordio ;)

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Ciao Giuliana, bellissima intervista, complimenti per il romanzo che hai creato con tanta dedizione e passione. Come ogni artista,io sono dell'idea che tu abbia un bellissimo dono,ti auguro di coltivarlo sempre!

    RispondiElimina
  13. Adesso sono curiosa di sapere che personaggio ti rappresenta.

    RispondiElimina
  14. Che bellissima intervista Giuli ! sei estremamente pacata,controllata , con naturalezza riesci a rispondere anche alle domande più complesse !
    Continua così cara , andrai lontano, ne sono sicura !
    Il tuo sogno si è avverato , io sento che diventerai una grande scrittrice di fama mondiale !! *.* te lo meriti e ne hai la stoffa ;)

    RispondiElimina
  15. Bella intervista!
    Quando una storia ce l'hai in testa, è difficile buttarla via e non pensarci.
    Mi sembri molto simpatica e questo mi invoglia a voler leggere ancora di più la storia! :D :D

    RispondiElimina

Powered by Blogger.